CORSI — Anno Accademico 2022/2023

Architettura

PISTOIA E I MEDICI UN RAPPORTO CONTROVERSO

Corso di 4 lezioni condotto dall’Arch. Ph.D. Costantino Ceccanti

A partire dalla seconda metà del Trecento, Pistoia fu una delle maggiori città dello Stato Fiorentino. Tuttavia, il rapporto che intercorreva tra la città capitale e Pistoia è sempre stato poco indagato e, tutto sommato, sfuggente. Ancor più oscuro è il legame che connetteva Pistoia con la famiglia più importante di Firenze, i Medici, casata che, dal 1537, assumerà lo status ducale e poi, alcuni decenni dopo, granducale. Se il legame con altre città dello Stato, come per esempio Pisa, sarà chiaro e manifesto, quello con Pistoia rimarrà sempre sottotraccia, per quanto sempre esistente e saldo. Iniziato già nel pieno Quattrocento, negli anni del Vescovato di Donato Medici, unico membro della famiglia sepolto a Pistoia, culminerà tra Cinquecento e Seicento, quando la città divenne uno dei baluardi del potere mediceo
in Toscana. Lo scopo del corso è quello di ricostruire le connessioni, talvolta lineari, talvolta assai complesse, che contraddistinsero, per tre secoli, il legame tra Pistoia e la famiglia Medici.
Ore 16,45Programma
Ven. 25 Nov.Donato Medici Vescovo di Pistoia e il suo Mausoleo
Ven. 02 Dic.La Fortezza di Santa Barbara: il potere mediceo a Pistoia
Ven. 09 Dic.Nuove chiese e nuovi palazzi: le famiglie filomedicee a Pistoia e
la loro committenza
Ven. 16 Dic.Tra Seicento e Settecento: gli ultimi Medici e Pistoia

Università "Vasco Gaiffi"