Storia Medievale e Critica Dantesca

DANTE E FIRENZE. UNA LETTURA FRA MEMORIA COLLETTIVA E AUTOBIOGRAFIA POLITICA
Corso di 8 lezioni coordinato e condotto dal Prof. Giampaolo Francesconi

Il corso, dedicato alla memoria di Giancarlo Savino e articolato in otto lezioni, intende affrontare un nodo cruciale del rapporto controverso di Dante con la sua città, un nodo che costituisce anche una delle grandi questioni degli studi danteschi. In un periodo di ritorno a Dante e in vista del settecentenario della sua morte, cogliere l’occasione per “far parlare” i luoghi fiorentini della Commedia diventa anche un’occasione per riflettere sulla complessa e irrisolta questione della biografia dantesca e del rapporto con le altre opere. All’insegna, soprattutto, dell’ambiguo orizzonte ideologico che aveva separato Dante dalla spettacolare
crescita della Firenze duecentesca.

16,45Programma
Gio. 01 Ott.LA FIRENZE DEL DUECENTO È LA FIRENZE DI DANTE?
Gio. 08 Ott.CIACCO E L’ORIGINE DELLE DISCORDIE FIORENTINE (INF. 6)
Gio. 15 Ott.FARINATA: CHI FURONO I TUOI ANTENATI? E IL MASSACRO CHE ARROSSÒ L’ARBIA
(INF. 10)
Gio. 22 Ott.BRUNETTO: IL MAESTRO FIORENTINO E LA DIDATTICA DELL’IMMORTALITÀ (INF. 15)
Gio. 29 Ott.CATALANO E VANNI FUCCI: BOLOGNA E PISTOIA VISTE DA FIRENZE (INF. 23-24)
Gio. 05 Nov.DA GUIDO DA MONTEFELTRO A CAMPALDINO: FIRENZE E IL DOMINIO DELLA
TOSCANA (INF. 27-PURG. 5)
Gio. 12 NovCACCIAGUIDA E LA FIRENZE DELLE ORIGINI E DELLA NOSTALGIA (PAR. 15, 16, 17)
Gio. 19 Nov.DA FIRENZE A RAVENNA, VIA VERONA: DAL COMUNE ALL’IMPERO